Dispersione Ceneri

Dispersione Ceneri

Cosa presentare per ottenere la dispersione delle ceneri

1. La domanda è indirizzata al Sindaco del Comune del luogo di decesso;

oppure:
a) al Comune di residenza del defunto, qualora il decesso sia avvenuto in altra Regione;
b) al Comune ove sono già state tumulate le ceneri.
 
Tale richiesta può essere contestuale alla domanda di cremazione, oppure con domanda distinta.
 
2. Imposta di bollo sia sulla domanda di dispersione delle ceneri che sul relativo provvedimento di autorizzazione.
 
Se l’autorizzazione è rilasciata in più originali, l’imposta di bollo è assolta su ognuno di essi.

La volontà del defunto di disperdere le proprie ceneri deve emergere da:
1) disposizione testamentaria;
2) dichiarazione autografa ( da pubblicarsi come testamento olografo art. 620 c.c.);
3) dichiarazione resa e sottoscritta nell’ambito dell’iscrizione ad associazione legalmente riconosciuta per la cremazione;
4) dichiarazione ritualmente resa di fronte a pubblici ufficiali ( funzione esercitata da un ampio spettro di persone, per esempio: notaio, segretario comunale, ecc. );
5) dichiarazione verbale resa in vita dal defunto: i congiunti (coniuge e parenti di primo grado come figli e genitori) possono esprimere la volontà del defunto di dispersione delle proprie ceneri nonché del luogo della dispersione mediante dichiarazione ritualmente resa di fronte a pubblico ufficiale .

La firma dei congiunti va autenticata ai sensi degli art. 21 e 38 DPR. 445/2000.

Dal 2004 ciascun Comune ha la possibilità di regolamentare la dispersione delle ceneri.

Ad oggi non è consentita ovunque, molti Comuni devono ancora disciplinare i regolamenti attuativi per tale pratica.

E’ possibile svolgere la dispersione delle cenerinei luoghi segnalati dal Comune a cui si fa richiesta, in generale è consentita:

· area cimiteriale appositamente individuata;

· area privata, aperta e con il consenso del proprietario. È vietata la dispersione nei centri abitati;

· in natura è libera nel rispetto delle seguenti indicazioni:

– in mare, ad oltre mezzo miglio dalla costa
– nei laghi, ad oltre cento metri dalla riva
– nei fiumi, nei tratti liberi da manufatti e natanti

Persona autorizzata alla dispersione delle ceneri

· persona indicata per volontà del defunto;

in sua mancanza, avranno l’autorizzazione nel seguente ordine:

coniuge;

figli;

altri familiari aventi diritto;

esecutore testamentario;

legale rappresentante di associazione per la cremazione a cui il defunto era iscritto;

personale appositamente autorizzato dal comune che esercita l’attività funebre.

Servizio Funebre 24/7 

Chiama i numeri : 3394634082 / 3343033581

Trovaci su

Onoranze Funebri
San Martino

Siamo operativi tutti i giorni della settimana

Chiudi il menu